Tante persone cercano informazioni utili sui Discus, soprattutto per chi è alle prime armi con questi bellissimi pesci. Molti clienti mi dicono che leggono su internet che il Discus è delicato, che nel mio acquario da 180 litri non posso mettere più di 3 Discus perché necessita di 50 lt di acqua, che devono mangiare poco altrimenti sporcano l’acqua e molte altre cose ma sono informazioni sbagliate!

Sono più di 15 anni che allevo Discus (i primi anni ero inesperto lo ammetto) e ad oggi potrei dire che sono un professionista del settore, allevando e riproducendo Discus di alto livello, ottenendo risultati molto soddisfacenti. Per cui molte persone si affidano ad un esperto per avere delle informazioni utili a riguardo.

QUANTI DISCUS INSERIERE IN ACQUARIO?

I Discus sono pesci da branco! Quindi ci vuole un bel gruppo per farli stare bene. Se sono in pochi, soprattutto quelli più piccoli, rimangono nascosti perché hanno paura. Sono animali molto timidi e spaventevoli se si trovano in situazioni di paura. Non c’è una regola precisa per stabilire il numero corretto di pesci da inserire in vasca. E’ sicuramente sbagliato avere solo uno o 2 Discus in un acquario, eccetto si tratti di una vera coppia adulta. Più i Discus sono piccoli, più il numero deve essere maggiore, soprattutto se parliamo di grosse vasche. esempio:

  • acquario 180 lt
    • è corretto inserire un gruppo di 10-12-15 Discus di piccole dimensioni
    • è corretto inserire un gruppo di 7-9 Discus di medie dimensioni
  • acquario 400 lt
    • è corretto inserire un gruppo di 20-30 Discus di piccole dimensioni
    • è corretto inserire un gruppo di 12-15-18 Discus di medie -grosse dimensioni

Personalmente consiglio acquari da almeno 120 cm in cui potete far crescere al meglio un bel gruppo di Discus insieme ad un branco di corydoras, qualche bel loricaride e un gruppetto di piccoli pesci come Hemigrammus Bleheri, Paracheirodon Axelrodi (cardinali) e/o altri caracidi.

Come arredamento ( di una acquario di medie dimensioni) :

  • poca sabbia sul fondo,
  • una radice bella grossa o 2 medie,
  • alcune piante
  • pochi sassi .

Un’altra variabile da tenere in considerazione sul quantitativo di Discus da inserire in acquario è il sistema di filtraggio, ma ne parleremo più avanti.

I DISCUS SONO DELICATI?

Non è corretto dire che sono delicati, per me non è cosi. E’ più giusto dire che i Discus sono esigenti per quanto riguarda la gestione. C’è da tenere in considerazione la provenienza dei Discus. I nostri Discus hanno genetiche forti e robuste per cui un’alimentazione adeguata, una buona filtrazione ,bei cambi di acqua e una temperatura di 29 °c sono le regole per una sana crescita. Se i vostri Discus sono sempre affamati, indica lo stato di ottima salute. Questo vale anche per altri pesci. Un’alimentazione varia e mirata con cibo specifico, contribuirà a mantenere il sistema immunitario del pesce sempre funzionante evitando il rischio di ammalarsi.

QUANTE VOLTE VANNO ALIMENTATI I DISCUS ?

I Discus sono dei gran mangioni! LA REGOLA è poco cibo ma spesso. Ovviamente il cibo deve essere di buona qualità. Dovete capire che i Discus soprattutto quelli piccoli sono come dei bambini e devono magiare tutti i giorni 5-6 volte al giorno. Cosi facendo il Discus crescerà in modo proporzionato e diventerà adulto in un anno-anno e mezzo. Se perde la crescita in questo anno, non potrà più recuperare. Per questo motivo è difficile trovare Discus di alta qualità in commercio. Cibi consigliati sono: artemia liofilizzata, granulato. Come congelato pastone, chironomus, artemia e cozze a pezzetti.

COME RICONOSCERE UN DISCUS SANO E DI QUALITA’ ALL’ACQUISTO?

Per chi è inesperto deve sapere come riconoscere a colpo d’occhio un Discus quando si reca in negozio a sceglierlo.

  • Osservare l’acquario.

Primo segnale è la vitalità del discus. Devono essere vivaci e attivi, non scegliere quelli che stanno nascosti, fermi e apatici. Se c’è la possibilità di vederli mangiare, controllate la pancia che deve essere bella piena e “cicciotta”, non magri e scavati.

  • Osservare la forma del Discus e l’occhio.

Molto importante è la proporzione occhio-corpo, che è un indicatore di crescita. Se è corretta significa che l’allevatore e/o il negoziante che li vende ha alimentato il Discus a dovere nei mesi precedenti. Più il Discus è tondo, più è selezionato e acquista valore.

RADICI NELL’ACQUARIO

Ci sono molte radici in commercio; Mangrovia, red Wood , mopani, dragon skiin e tante altre. i Legni più adatti ai Discus non devono essere molto ramificati per evitare che i pesci si facciano male. Per quanto riguarda l’allestimento ci sono vari modi, bisogna creare delle zone d’ombra un pò come se fossero delle radici di una pianta che scendono dall’alto verso il basso. TUTTE le radici NON VANNO BOLLITE ma SPURGATE per almeno 15-20 GIORNI!! Mi raccomando seguite questo consiglio,non sto esagerando, non serve a nulla bollirle in acqua. Vanno lasciate a mollo in acqua e cambiata più volte in questi 15-20 giorni. Ci sono sostanze tossiche che possono avvelenare i nostri pesci. Dopodiché si inserirà la radice nell’acquario, non è detto che andrà subito a fondo, nel caso si metteranno dei sassi provvisori per tenerla in acqua.

Al momento dell’acquisto è giusto informarsi per sapere se il legno che vi piace rilascia tanti tannini, come mangrovia e mopani, adatto se volete allestire un aquario con biotopo amazzonico con acqua ambrata o meno tannini come red Wood.

biotopo amazzonico

PIANTE SI O PIANTE NO?

piante ,anubias,vallisneria negozio acquari ,piante acquario

Le piante in acquario le consiglio vivamente! Svolgono la funzione di filtro naturale e creano ombra e riparo per pesci e altre piante. Per questo motivo che dobbiamo inserire sia piante a crescita rapida sia piante a crescita lenta ( danno un tocco in più al nostro acquario) .Le uniche piante che sopportano le alte temperature e che consiglio sono: 

  • Vallisneria, crescita veloce, richiede molta luce, va piantata sul fondo anche di sola sabbia e prende le sostanze sia dal substrato sia dall’acqua.
  • Anubias , crescita lenta, necessita di poca luce. Solitamente si incastrano o si legano sulle radici.
  • Echinodorus e Microsorum , non in tutti gli acquari con i discus riescono ad adattarsi. Amano la luce e richiedono delle attenzioni in più rispetto alle prime due elencate.

FILTRO INTERNO O FILTRO ESTERNO? OGNI QUANTO VA PULITO?

In tanti acquari è presente il filtro interno. Diciamo che se lo modifichiamo aggiungendo del materiale biologico in più, avrebbe un risultato più performante in acquario. Però non si può paragonare al filtro esterno. La nostra vasca dovrà ospitare Discus e sappiamo che mangiano e sporcano molto, per cui dovremmo fare dei cambi di acqua settimanali o più ravvicinati per portare i valori nella norma. Per cui il mio consiglio è aggiungere un filtro esterno, che oltre a dare più spazio in vasca, sicuramente avrà un potere filtrante maggiore. In questo modo il numero di Discus può crescere senza aver paura di esagerare. Controllate che ci sia un buon numero di cannolicchi, nel caso aggiungeteli insieme alle spugne non troppo fini (altrimenti si intoppa) e togliete il carbone. IL FILTRO ESTERNO NON VA APERTO OGNI SETTIMANA! E’ un grosso errore che fanno in tanti! So bene che già una settimana dopo averlo montato, se aperto e lavato uscirà tanto sporco, ma per farlo funzionare bene serve “lo sporco” ( che è la parte biologica). Consiglio di pulire il filtro 2-3-4 volte all’anno, non di più. Non toccatelo, E’ IL CUORE DELL’ACQUARIO.

Fate grossi cambi di acqua settimanali e non toccatelo.

Più mettete mano ai filtri più l’acqua non sarà limpida e cristallina.

Questo è un errore che fanno in tanti!

ACQUA OSMOSI O ACQUA DI RUBINETTO?

Non sapete se la vostra acqua di rete va bene per il vostro acquario di Discus? Portatela dal vostro negoziante di fiducia per un controllo rapido. Se non è eccessivamente dura e se i nitrati sono bassi allora va bene. KH 3-6 va bene. PH 6,5-7,7 va bene. I nostri Discus da quando sono piccoli sono tenuti in acqua di rubinetto ph 7-7,5 con 500microsiemens di conducibilità. Solitamente i Discus amano cambi di acqua belli massicci anche del 50-80% alla settimana. Ovviamente dipende dal numero di pesci in acquario, dal tipo di vasca (allevamento-salotto). Con questo cosa voglio dire.. date da mangiare più volte al giorno senza pensare a nitrati che si alzano e i valori aumentano ecc ecc. semplicemente cambiate l’acqua , basta toglierla e rimetterla..aggiungete il biocondizionatore e non toccate i filtri.

Se invece la vostra acqua è troppo dura allora l’unica via da prendere è l’impianto osmosi. Preparate l’acqua osmosi in un bidone e aggiungete una percentuale ridotta di acqua di rubinetto (es 70% osmosi e 30%rubinetto) o fate tutta osmosi e aggiungete i sali per reintegrare KH e GH e altri elementi. NON USATE SOLO ACQUA OSMOSI SENZA SALI.

DISCUS E SCALARI POSSONO STARE INSIEME IN ACQUARIO?

Dal mio punto di vista, la risposta è SI possono vivere insieme e vi spiego il perché. Come già dicevo prima, i Discus sono molto esigenti nell’alimentazione e se mettiamo anche degli Scalari, rischiamo di far mangiare meno i Discus, di conseguenza il Discus si stressa e gli diminuiscono le difese immunitarie, ammalandosi.

Quindi se vogliamo aggiungere Scalari insieme ai Discus dobbiamo rispettare alcune “regole” :

  • alimentare bene tutti i pesci in vasca 4-5 volte al giorno;
  • variare la dieta alimentando i pesci con cibi specifici;
  • tenere una proporzione di 3-4 Scalari con 10-12 Discus.

Se rispettate queste regole non avrete nessun problema né di convivenza con altri pesci ne di malattie varie. Ricordate che dovete avere un bel gruppo di pesci in vasca se li volete far crescere al meglio

LO STRESS PER IL DISCUS E’ LA PRINCIPALE CAUSA DI TUTTI I PROBLEMI!!

Tante persone mi domandano perché i discus rimangono nascosti, perché non mangiano, perché scappano via appena ci si avvicina al proprio acquario e perché nelle mie vasche è tutto l’opposto. Non c’è ne trucco né magia. Bisogna osservare il proprio acquario! C’è sempre una risposta a tutto. Come già vi dicevo prima, il fattore stress è la prima cosa da tenere in considerazione. C’è sicuramente qualche cosa che turba i Discus.

Lancia-2 zetlight

VI ELENCO DELLE RISPOSTE CHE POTREBBERO ESSERE UTILI :

  • Illuminazione: ormai tutti gli acquari sono dotati di led fin troppo forti. I Discus non amano la luce troppo forte. Inserite delle piante che facciano un po di ombra ( es. Vallisneria Gigantea) e che fungono da filtro naturale. Disponete le radici non troppo ramificate, dall’alto verso il basso e potete anche incastrarvi alcune Anubias.Lampadari e faretti collocate in vari punti della stanza, possono creare qualche riflesso sul vetro dell’acquario facendo spaventare i pesci. Se volete sostituire o state cercando delle luci adeguate, vi consiglio le barre a led della zetlight che con l’app nel proprio telefono potete scegliere l’intensità più giusta nel vostro acquario.
  • Scarsità di Discus: se i Discus di piccola taglia sono pochi, rimarranno nascosti tra legni e arredo vario. Saranno molto timidi e impauriti, consiglio di risolvere in breve tempo questo stress. Se nel vostro acquario avete Discus di taglia più grande, ma sono troppo pochi , litigheranno per i territorio. Se dovesse formarsi una coppia, sarà si un bel problema da gestire. Evitiamo che si stressino ulteriormente, aggiungiamone altri e facciamo un bel gruppo! stessa cosa vale per gli scalari.
  • Temperatura: se inserisco un bel gruppetto di discus ma sono sempre molto timidi, alziamo la temperatura per alcuni giorni. Anche a 30-31°c. Il metabolismo aumenta e vedrete che i vostri discus avranno più appetito. Dopodiché la riabbasseremo.
  • Ossigenazione : devono sempre essere presenti le “bolle” in acquario. Inserite in un angolo dell’acquario 15-20 cm di tubo dell’aria con porosa se non volete posizionarlo fino in fondo. Non basta la cascata dell’uscita del filtro. Procuratevi un aeratore per aumentare l’ossigenazione.
discus oasi discus farm

Alessio Conti

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio